La nostra storia

Copertina libro BearziLa storia dei primi sette anni di INTRA è raccontata nel libro di Giuseppe Bearzi Zattere nel mar d’Umbria – la piccola storia delle “biblioteche dei libri salvati”.

In sintesi è questa:

Da otto anni il grande inestimabile valore, costituito dalle migliaia e migliaia di libri che persone fisiche e giuridiche alienano, è ove possibile raccolto, custodito e classificato da Volontari dell’associazione INTRA:
la nostra utopia è insediare in tutti gli abitati dell’Umbria una “biblioteca dei libri salvati”  tematica e multilingue.

La scelta tematica -volta a dare una caratterizzazione coerente con usi, costumi, tradizioni, produzioni, interessi locali- spetta a chi gestirà la “biblioteca”:
il nostro compito è fornirla continuamente di libri, di eventi, di conoscenze, di nuove opportunità di lavoro atte a vivacizzare ciascun luogo:
“biblioteca” ed eventi culturali correlati possono, infatti, attrarre 12 mesi l’anno un turismo tematico, colto e qualificato.

Tra fondate e aperte vi sono in Umbria 36 “biblioteche dei libri salvati” sui temi più svariati:
Agricoltura e Zootecnia, Artisti e Artigiani, Astronomia e Astrologia, Cavalieri di Ventura e Medioevo, Cinematografia, Cucina, Economia e Politica, Filosofia, Follie Architettoniche, Gialli e Fantascienza, Giardini Orti e Parchi, Lingue e Letterature del Mondo, Medicina, Mondi Donna, Musica, Narrativa, Pane e Forni, Poesia delle Donne, le Religioni, la Resistenza, Scultura, Storia, Solidarietà e Volontariato, il Teatro, Trasimeno, Viaggi, Vulcanologia etc.

I Volontari hanno raccolto ca. 50mila libri: quelli assegnati sono via via catalogati in Rete per consentire agli appassionati di un tema di analizzare e prenotare ciò che a loro interessa.
Essi potranno chiamare la “biblioteca” di loro interesse, scegliere ove villeggiare tra libri, offerte del locus, eventi tematici e visite nei dintorni ad opere, strutture e paesaggi unici al mondo
in una terra antica, colta e ospitale, che merita scoprire.